...............................................................................................Troverete tutti i vostri lavori nel Blog che ho dedicato a Voi clikkando QUI

venerdì 15 luglio 2016

Nizza, il giorno dopo


Sono qui, il "giorno dopo", perchè so che qui è venuto a trovarmi chi mi conosce da tempo e sa di quanto io sia legata a questa città.
Questa mattina ho già ricevuto messaggi e mail da molte di voi che ringrazio di cuore e che abbraccio con la disperazione nell'anima.

Sono qui anche per raccontare, a chi non la conosce, la "mia" Nizza, la città che oggi tutti sento un poco come la loro.

Nizza è una città "magica", una città dove perdersi e ritrovarsi, una città in cui puoi sentirti sola al mondo o parte del mondo, a tuo piacere. Nizza si adatta alle tue esigenze e ai tuoi stati d'animo e li rispetta e li accetta. A Nizza ti senti libera.................. libera di ridere, ma anche di piangere. 

Tanti anni fa, quando acquistai il mio piccolo "nido" nizzardo lo scelsi proprio perchè capii che la città mi avrebbe offerto quello di cui avevo bisogno e che si sarebbe adattata alle mie esigenze anche quando, nel tempo, sarebbero sicuramente cambiate. E così è stato!

Nei periodi più difficili, quelli che a noi donne capitano non di rado, Nizza ti offre la possibilità di isolarti dal mondo per riflettere, per pensare, per lasciare vagare la mente là dove meglio desidera andare. Basta allontanarsi un poco dal centro per trovare il silenzio, il verde, la natura e la pace. I numerosi parchi cittadini sono un rifugio sicuro, discreto e rigenerante.
Se invece non vuoi che la mente prenda strade "pericolose", basta immergersi nelle vie del centro o delle città "vecchia" o passeggiare in Promenade per lasciarsi coinvolgere dalla vita degli altri e allontanarsi dalla nostra che in quel momento proprio non ci piace.

Ecco, l'ho nominata.... la Promenade, la Promenade des Anglais.............. una lunga striscia di passeggiata che costeggia la città dalla parte del mare. Lunga una decina di km in totale, va dal Porto, nella città vecchia, fino ai nuovi quartieri vicino all'areoporto.

La Promenade, per chi non conosce Nizza, si compone si tre parti: la parte centrale, quella in cui transitano macchine, autobus, pulmans e tutto il traffico cittadino e costiero, composta fa sei corsi di marcia, divise da una serie ininterrotta di aiuole e alberi che a seconda delle stagioni, assumono colori e luci diverse.  Una seconda parte è un largo marciapiede  che costeggia edifici privati, alberghi, bar, ristornati e negozi sempre affollati in ogni momento del giorno e della notte. La terza parte infine e il grande spazio che costeggia il mare; la parte dove la gente di ogni sesso ed età passeggia, si siede a leggere il giornale o a chiacchierare, corre, va in bicicletta, sui roller, sul monopattino; la parte in cui soffermarsi ed ammirare la "varia umanità" riesce sempre e comunque strapparti un sorrido.
Questa terza parte è la più "mutevole", quella che cambia a seconda delle ore del giorno, più che delle stagioni.
Già dall'alba è frequentata dai "maniaci" della forma.... a piedi, di corsa, in bicicletta, sui roller o quant'altro. Col passare delle ore la "folla aumenta" mamme con i passeggini, anziani col bastone, turisti spensierati, bagnanti pronti per scendere in spiaggia............. un via vai continuo e sempre crescente di persone che vanno, vanno, vanno....   se ci si vuole fermare poi, cosa di meglio di una sosta seduti su di una panchina di fronte al mare o, a trovarla libera, su una chaise blue, simbolo di Nizza, o sotto uno dei tanti gazebi che offrono riparo dal sole nelle ore più calde della giornata!

Ma è la sera che la Promenade si trasforma in una vera fiumana ininterrotta di gente, dove camminare a volte è quasi difficile, specie in estate quando i turisti aumentano a dismisura. Nelle ore della sera inoltre, lungo la passeggiate, molte sono le attrattive che inevitabilmente richiamano l'attenzione e rallentano il flusso continuo della gente.
10 km di passeggiata sono davvero tanti.... vi lascio immaginare le miglia di persone che vi si assembrano!

Confesso che nell'ultimo periodo mi è capitato spesso di pensare ad un accadimento catastrofico esattamente uguale a quello di ieri sera! E proprio  sabato sera, seduta al bar in passeggiata, davanti al mio mojito ho scacciato in fretta questo pensiero (un presentimento?!), rassicurata dall'enorme schieramento di forze dell'ordine sempre presenti in tutta la città e in particolare nei luoghi di più forte concentrazione umana. La Promenade inoltre è spasso chiusa al traffico nei momenti di manifestazioni, gare sportive o eventi particolari........ tranquilla mi dicevo............... e invece è successo!

Io non c'ero, ma avrei potuto esserci....... ma non è questo quello che mi fa male. 
Mi fa male che sia successo, che continui a succedere e che succederà ancora....... non importa dove, ovunque succede o succederà farà male a me, a noi e alle generazioni future alle quale lasceremo un mondo che sta diventando invivibile.




25 commenti:

  1. Carissima Lella, sei mia compagna di vita e di creazioni da anni ma questo ora non importa. Quando stamattina ho iniziato a seguire l' ennesima strage, oltre al dolore per la strage di innocenti mi sei immediatamente venuta in mente. Questa è anche la tua Nizza... le tue meravigliose foto di ombrelloni banco-azzurri... tu e tuo marito e Ckarly Junior... ed ho avuto paura...paura che tu fossi lì!!!!! Mi è venuto da piangere quando ho capito che tu eri lontana da quel luogo di dolore, stristezza, perplessità!!! PERCHE'... io credo che nessuno abbia una risposta a questa domanda. Siamo ostaggi...tutti... della follia di pazzi esaltati a cui non importa nulla se gli esseri umani a cui togli la vita siano bimbi, donne... persone semplici che vivono la loro vita semplice.
    Cara Lella...non continuo perchè le lacrime me lo impediscono ma ti abbraccio forte... felice di poterlo fare.
    Ti voglio molto bene tua Lorenza

    RispondiElimina
  2. In questo momento è doppiamente bello leggere le tue parole, anche se piene di dolore e tristezza per tutto quello che vediamo accadere sempre più vicino a noi.
    Un abbraccio fortissimo.
    Elena

    RispondiElimina
  3. Lella sono felice di vederti qui... resto ammutolita di fronte a tanta malvagità!!!

    RispondiElimina
  4. Ciao Lella!!
    ...stamattina quando ho sentito la notizia subito il mio pensiero è volato a te..
    per fortuna ho visto che sei qua...adesso con calma leggo cosa hai scritto sulla terribile notte nizzarda...mi si è stretto il cuore ascoltando la notizia in tv e rimango sempre perplessa che ancora esista tanta malvagità...
    un abbraccio forte
    Elisabetta

    RispondiElimina
  5. Hanno fatto una cosa terribile 😢

    RispondiElimina
  6. Cosa dire...sono stata moltissimo in ansia insieme alla nostra Giusi stamattina finchè non ti abbiamo sentita. Il mio cuore soffre moltissimo per questi avvenimenti inspiegabili. Hai scritto un post bellissimo . Io ti voglio un mondo di bene. Ti abbraccio forte
    Amelina

    RispondiElimina
  7. Ti ho pensa stamattina quando ho saputo la notizia...non ci sono più parole...anche se si pensa di essere al sicuro non lo siamo affatto!!Ho un amica che ha i genitori li,e ho cercato di contattarla speriamo tutto bene!!Dobbiamo andare avanti senza paura dicono ma come?Un grosso bacione!!

    RispondiElimina
  8. ciao Lella...anche se non ci sentiamo da parecchio,anch'io , sentendo le ultime notizie dei tg, ho pensato a te e alle bellissime foto di Nizza che ho sempre visto postate sul tuo blog. Sono contenta di saperti lontana da lì, ma mi piange il cuore al pensiero di tante famiglie che, alla ricerca di un briciolo di serenità, sono state così brutalmente falciate.

    RispondiElimina
  9. Lella appena accesa la tv ancora assonnata e guardando le news è stato terribile perchè dai tuoi ultimi messaggii di domenica ti sapevo la .... credo la mezz'ora più lunga della mia vita fino a quando ti abbiamo sentita ....avevo il terrore ti fosse accaduto qualcosa di terribile ....una mattinata pesante per assorbire il tutto ... il dispiacere che tanti inncenti abbiano pagato un prezzo così alto per questa assurda follia ...ti abbraccio con affetto e ti sono vicina per questi lidi che tu ami tanto... un pensiero accorato per tutti questi innocenti ... per questa ennesima strage di innocenti... amica carissima un bacio grande

    RispondiElimina
  10. Come ho sentito Nizza ho pensato subito a te Lella...( apro solo ora il pc perchè sto assistendo mio fratello in ospedale ) e sono sconvolta come penso lo siano tutti...che cosa orribile..non ci sono parole, meno male che tu stai bene..
    Un abbraccio!!
    Carmen

    RispondiElimina
  11. Cara Lella, mi fa molto piacere sentirti qui.
    Appena ho sentito quello che era successo ho pensato a te e al tuo post che parlava di vacanza leggera e spensierata!
    Sono costernata da quello che è successo, non ci sono parole, e purtroppo non sarà facile fare smettere tutto questo...
    Spero che i nostri messaggi ti saranno un po' di conforto.
    un abbraccio
    sabrina

    RispondiElimina
  12. Ciao Lella, non ci conosciamo di persona ma seguo il tuo blog da tanto tempo..stamattina sentendo la triste notizia il mio pensiero è corso a te avendo letto molto spesso della tua presenza a Nizza nei tuoi post. sono lieta che tu stia bene ma per quanto accaduto non ho parole..ti abbraccio
    Roberta

    RispondiElimina
  13. Oddio Lella! Proprio l'altra sera avevo letto sul tuo blog che ti trovavi a Nizza e mi aveva fatto piacere leggere che ti trovavi lì in totale relax. E poi...l'incubo. Meno male che non ti trovavi sulla Promenade in quel momento. E' terribile quello che è successo, soprattutto perché c'erano tante famiglie con bambini. E la cosa angosciante è che, come hai scritto anche tu, non sarà sicuramente l'ultima volta. Ormai non si è più sicuri in nessun luogo. Tutti siamo diventati bersaglio in una guerra anomala, il cui fronte non ha confini... e proprio per questo ancora più devastante di ogni altra guerra.
    Un grande abbraccio,
    Rosa

    RispondiElimina
  14. Un vero incubo, è terribile quello che è capitato. Ciao

    RispondiElimina
  15. Ti ho pensato tanto Lella, appena sentito quanto accaduto....ho sperato con tutto il cuore che tu non fossi li, almeno in quel momento, son contenta di sentirti, anche se il mio cuore è ancora pieno di dolore per ciò che si è visto e sentito...bellissima la dedica alla tua Nizza e condivido le parole scritte, soprattutto quanto riguarda, il mondo che lasciamo ai nostri figli e nipoti .....non è giusto!
    Ti abbraccio affettuosamente,
    Laura

    RispondiElimina
  16. Ti ho pensata tanto anch'io, avevo visto le belle foto che avevi postato da Nizza qualche giorno prima...sono tanto rattristata per tutto ciò che succede intorno a noi!!!!! Sono felicissima di sentirti. Lorella.

    RispondiElimina
  17. Che sollievo Lella cara, ti ho pensato, sono felice di sentirti. Quella bellissima passeggiata l'ho fatta anch'io insieme a mio marito, lo scorso anno, ci feci anche un post. Che cosa si può dire di quello che è accaduto? Dire che siamo sconvolti, smarriti, addolorati, feriti nel più profondo dei nostri cuori è dire poco. La perversità di menti diaboliche sta giorno dopo giorno distruggendo la visione del bene, che pure c'è, e per fortuna che c'è, anche se è sempre più difficile scorgerlo. Il male è li, sbattuto in prima pagina, stampato sulle nostre menti, ci lascia annichiliti. Quando guardo i volti gioiosi e ingenui delle mie nipotine e li metto a confronto con questa tremenda realtà, mi sento squarciare il cuore......cosa possiamo e dobbiamo fare, non lo so.......e questo è il dramma più grande. Ti abbraccio cara, un bacione
    Emi

    RispondiElimina
  18. Che immensa tristezza e dolore per chi non c'è più, per chi soffre, per le loro famiglie. Un caloroso abbraccio a te!
    Mariapia

    RispondiElimina
  19. Lella, quanto dolore in questi giorni per tutti, quanta amarezza per l'impotenza davanti a tanta malvagità, ti abbraccio M.Grazia

    RispondiElimina
  20. Ciao carissima amica!
    in questi giorni dove il dolore si mischia all'impotenza e alla sbalordimento per non parlare della rabbia, sono contenta di saperti bene e in salute sia x te che per la tua bella famiglia.

    Le ns preghiere spero servano alle povere persone che stanno lottando per la vita, per le persone che vogliono ritrovare un pochetto di salute e anche per quelle che, segnate dal terrore/orrore, non saranno più le stesse, bimbi in primis...

    Spero che lassù qualcuno possa fare qualcosa di concreto che noi non siamo in grado di fare...
    Un abbraccio immenso a te e famiglia

    RispondiElimina
  21. Sono contenta di sapere che stai bene!! Confesso che ti ho pensata tanto.... sapevo che eri là... Non ci sono parole per descrivere quello che provo e credo provino tutti... immenso dolore perchè ancora una volta tanti innocenti sono morti e purtroppo non sarà nemmeno l'ultima...
    Ti abbraccio
    Antonella

    RispondiElimina
  22. sapevo che eri in vacanza lì e mi sono preoccupata, poi mi hai rassicurata e va bene così ...ma ciò non toglie la tristezza per questi terribili accadimenti!!!!! è davvero un brutto momento che stiamo vivendo....un grande abbraccio Lory

    RispondiElimina
  23. Ciao ho letto adesso tutto e ho pensato che effettivamente potevi esserci anche te lì ma il destino o chiamalo caso ha fatto in modo che fossi solo spettatrice di cose che fanno male ma piu che tutto alle generazioni future ...che lascito .... hai ragione su tutto e come sempre leggendo i tuoi scritti arrivi al cuore .....ciao Lella !

    RispondiElimina
  24. Chiedo scusa ma per registrarmi la parola segui non la trovo da nessuna parte anna765@hotmail.it

    RispondiElimina

Grazie per il tuo commento, mi fa piacere conoscere le vostre opinioni!
Se sei anonimo, lasciami un nome, un nick o una mail, così saprò a chi rispondere.
♥ Lella ♥

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...