Tutte le mie amiche

...............................................................
..........................................................................................................Troverete tutti i vostri lavori nel Blog che ho dedicato a Voi clikkando QUI



mercoledì 15 aprile 2015

Mi sono concessa una breve vacanza


Giovedì scorso, senza troppo preavviso, sono partita per Barcellona, concedendomi così una breve vacanza fuori stagione.

Sono stata invitata da un'amica di mia figlia, che considero come un'altra figlia "a distanza", che a giorni  partirà per un'esperienza lavorativa in Brasile, dove resterà per ben tre anni.

Avevo chiesto a Nuria di prenotarci l'hotel, essendo sul posto avrebbe fatto meglio di me o di qualsiasi agenzia di viaggi.

Ero sicura che avrebbe trovato qualcosa di bello che accogliesse anche Cocò senza troppi problemi, e così è stato!



panorama dalla finestra della camera del Barcelona Placa Hotel




Placa Espanya dalla finestra dell'Hotel


così è stato accolto Cocò



Nuria&Cocò alla Calçotada

Arrivati verso sera, sistemati in camera i bagagli e ammirata la splendida vista che offriva l'affaccio della finestra, siamo subito usciti e come prima tappa non potevano non esserci le Rambla cittadine e le sue Tapas!



Il Ciudad CondoalRambla de Catalunya, 18 ) leader per le Tapas a Barcellona




Tapas: un primo assaggio


..... e dopo le Tapas in un locale, il Milano cocktail Bar, dove si beve e si ascolta musica dal vivo. in programma al nostro arrivo un Flamenco.




Evito in questo Post di annoiarvi con foto della città e delle sue bellezze architettoniche che molte di voi avranno già visto di persona, preferisco raccontarvi una Barcellona del gusto assaporata insieme a che in questa città vive e che la conosce bene.

Il sabato ci siamo spostati fuori città per una festa privata organizzata in una casa di campagna per salutare Nuria in vista della sua prossima partenza.

Hanno cucinato per lei parenti ed amici dando vita così ad un tipico pranzo catalano (la Calçotada) che ho apprezzato moltissimo


Calçots ala brace

La Calçotada che altro non è che una gran bella mangiata o  per meglio dire un “rito” gastronomico di gruppo che si tiene in primavera allo spuntare di queste cipolle ‘made in Catalunya’.

Il nostro tour gastronomico non poteva poi prevedere altri piatti tipici in più gustati nella zona del porto vecchio di Barceloneta, al ristorante il Merendero de la mari, un locale raffinato e con una splendida vista sul mare.



l'imbarazzo della scelta!




Variado de moluscos




Paella de fideos con pescado y marisco




Mariscada




Rape (coda di rospo) al horno 




Crema catalana



Una vacanza insomma all'insegna della buona tavola, ma credetemi, ne valeva veramente la pena!!!!
................ e da domani a dieta!!!!





mercoledì 8 aprile 2015

Pan dolce


Per la merenda dei miei nipotini mi piace preparare sempre qualcosa di diverso, ma che sia sano e sopratutto fatto con ingredienti semplici e di casa.

Prima che partissero per le vacanze di Pasqua in montagna ho preparato loro un Pan Dolce che hanno gradito molto e portato a casa da mangiare per colazione insieme a mamma e papà.




Nonostante sia  assolutamente "dietetico" in quanto contiene solo 50 gr di zucchero e 40 gr di burro, l'aroma della vaniglia e del limone conferiscono a questo dolce-non dolce una fragranza appetitosa e anche il suo aspetto è decisamente accattivante. 






La granella di zucchero lo rende poi "goloso" e invitante; i bimbi lo mangiano volentieri, evitando così merendine confezionate e piene di conservanti e di grassi.

Quando lo preparo per noi grandi lo arricchisco di uva passa perchè mi ricorda tantissimo le brioche che mia mamma mi comprava in panetteria quando ero piccola. Un sapore "antico" che amo riscoprire, di tanto in tanto, gustandomi una fetta di questa treccia.


Se a qualcuna di voi interessa la ricetta non deve far altro che chiedermela, sarò ben felice di mandargliela.



venerdì 3 aprile 2015

Un regalo "gattoso": feltro filo e fantasia


Da tempo stavo pensando ad un regalino per la mia consuocera Lucia, che come più volte vi ho detto, è una gattofila allo stato puro!

Aggiungere un nuovo gatto da spolverare alla sua collezione mi sembrava troppo scontato, ho allora pensato a qualcosa che a casa sua non ho visto. E' nato così questo quadretto destinato ad essere appeso nella sua cucina, nella speranza che questo mio pensiero le sia gradito.






Per realizzare questo pannello ho utilizzato dei avanzi di panno, che ho sistemato su un pezzo di lino e fissato con dei fili da ricamo.

Una volta ultimato il lavoro di "composizione" e di ricamo non mi è rimasto che cercare una cornice adatta alla sua cucina.






Ora è pronto per la consegna!
In questo momento è in viaggio, infatti l'ho affidato, insieme ai miei auguri di buona Pasqua, a mio figlio e mia nuora che stanno scendendo a Potenza per le vacanze pasquali.






E' stato un lavoro piuttosto lungo e minuzioso, ultimato inoltre con non poche difficoltà a causa della frattura del polso sinistro, il che ha rallentato non poco il lavoro ormai quasi finito.
Ne sono comunque soddisfatta e devo dire che mi sono divertita molto a vederlo "nascere" sotto le mie dita.






Spero piacerà anche a Lucia e che le possa strappare un sorriso ed un ricordo della nostra amicizia ogni volta che lo guarda.




martedì 31 marzo 2015

Il risveglio della natura


Dopo un lungo inverno grigio e piovoso, è tornato a splendere il sole!
Le giornate più lunghe e soleggiate mi portano più spesso a passare qualche ora nella nostra casa di campagna, dove da qualche giorno il risveglio della natura è più che evidente.






Gli alberi da frutta sono in piena fioritura






Impossibile non fermare con qualche scatto il loro splendore






ma anche in città non mancano i segni della nuova stagione 






.................. nei giardini dei palazzi è tangibile l'arrivo della nuova stagione






un tripudio di fiori e colori che danno gioia agli occhi e al cuore.






La luce, il sole i colori rinnoveranno anche la nostra voglia di fare e di creare..............






Buona Primavera e buona Pasqua a voi tutte che siete passate di qui a farmi visita.





venerdì 27 marzo 2015

Oggi gnocchi di patate hand made!


Anche gli gnocchi di patate erano e sono una ricetta "di famiglia".

La mia mamma li preparava, dall'autunno alla primavera, quasi ogni venerdì e ora, dopo tanti anni, la tradizione continua a casa mia.





Al contrario di quanto si possa credere, sono un piatto facile anche se non certo veloce e "pulito", infatti la cucina, a lavoro finito, sembra un campo di battaglia, ma a differenza di quelli acquistati o anche mangiati al ristorante, sono infinitamente più buoni..... anzi, sono proprio un'altra cosa!!!!!!
Basta però organizzarsi e il lavoro può diventare un poco meno lungo e meno..... sporco!

Seguendo la ricetta di mia madre, io faccio così:





Cuocio le patate al vapore in modo tale che non assorbano acqua, le passo nello schiacciapatate






Aggiungo la farina e un po' di sale






Se mi accorgo che le patate sono troppo "deboli" aggiungo un uovo intero in modo tale che non si disfino troppo nella cottura






impasto e formo una alla che poi con pazienza svuoto gli gnocchi con un attrezzo apposto in legno, ma andrebbe bene anche una forchetta






li dispongo in vassoi infarinati in attesa di buttarli in acqua salata e bollente per pochi minuti. Gli gnocchi saranno pronti appena vengono a galla.


Di solito a casa mia si condiscono con del pesto alla genovese, ma molto spesso li lasciamo in bianco, insaporiti solo con burro, tanto parmigiano e una girata di pepe.




Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...