Tutte le mie amiche

...............................................................
..........................................................................................................Troverete tutti i vostri lavori nel Blog che ho dedicato a Voi clikkando QUI



SPECIALE KREATIV 2014 - BOLZANO


SPECIALE KREATIV 2014 - BOLZANO 19-21 Settembre 2014


A Kreativ le contadine “vi fanno vedere come si fa”.

Le

contadine

, a Kreativ, offriranno

corsi

e servizi su diverse tematiche, gastronomia, artigianato, decorazione, cultura e natura.
Chi si interessa alla

gastronomia

, potrà frequentare corsi di cucina, oltre a venire a conoscenza di

diverse curiosità

, come: da dove proviene il latte, quali varietà di grano ci sono o perché le mele hanno colori diversi.
Le contadine diffondono queste conoscenze laddove è necessario e la manifestazione

Kreativ

è un’occasione speciale per apprendere tutti i segreti della tradizione contadina sudtirolese.
Sono proprio loro a spiegare in maniera competente ed autentica la produzione e la provenienza dei loro prodotti agricoli.

Le contadine insegneranno come si realizzano le specialità locali

che vengono servite nelle tipiche stubi sudtirolesi, tirtlan, krapfen e molto altro ancora, offriranno inoltre un servizio di buffet del contadino.




Le Sigle misteriose nei Blog

SAL:  per le appassionate di ricamo significa Stitch-A-Long. Si tratta di ricamare uno stesso schema per confrontare i propri “Stati di Avanzamento Lavori” al solo scopo di aiutarsi in caso di necessità, di scambiare consigli, trucchi ecc. In senso lato significa "fare" qualcosa insieme, anche se non ha a che fare con il ricamo.
Di solito chi lancia un SAL si pone come "guida" e provvederà ad insegnare e aiutare le altre nella realizzazione di un progetto.


Nel mio caso, dopo aver lanciato l'idea e raccolte le adesioni, mi preoccupo di inviare ad ognuna delle partecipanti dei pdf con le spiegazioni dettagliate a parole e con foto di quello che si deve fare in quella specifica tappa. Di solito i SAL si articolano in più tappe ed io invierò la tappa successiva solo nel momento in cui riceverò la foto del "compito" svolto. Resterò sempre a disposizione per aiutare chiunque abbia bisogno di chiarimenti. Basterà inviarmi una mail alla quale io risponderò nel più breve tempo possibile.
Chiedo alle partecipanti di ai Membri del mio Blog e, se anche loro ne hanno uno, di inserire il bannerino del SAL e di linkare al mio ogni volta che posteranno foto del lavoro  finito (non quelle delle varie tappe).
Va da sé che le mie spiegazioni non dovranno essere diffuse, ma ognuna delle partecipanti le terrà per sé e ne farà tesoro.


HAL: significa Hardanger-A-Long, quindi è un SAL come quello descritto prima, ma che riguarda in modo specifico questo tipo di ricamo


WIP: da Work in progress, quindi letteralmente "lavoro in corso di avanzamento". Lo si usa per mostrare la tappa di un lavoro in fase di realizzazione.

Cos'è uno SWAP?
E' uno "scambio" di oggetti tra i componenti di un gruppo.

Come funziona lo Swap?
Lo Swap di norma è a "tema" , ad es. gatti, cioccolato, angeli etc. Si raccolgono le partecipazioni allo Swap dopo di che si dividono in coppie (o gruppi di tre nel caso di numeri dispari) e a vicenda ci scambiamo dei piccoli doni. Questi piccoli doni devono riguardare la tematica scelta (es. cioccolato): possono essere oggettini fatti a mano, biglietti, cibo, adesivi, mollettine.. dando libero sfogo alla fantasia!
Ogni partecipante, inoltre, compila un proprio profilo che l'altra persona dovrà cercare di seguire il più possibile, per confezionare uno swap il più possibile vicino ai suoi gusti.



Blog Candy.
Un blog Candy (o Giveaway che dir si voglia) è un contest indetto da un blogger dove viene messo in palio un piccolo premio a chi lascia un commento e si aggiunge ai Follower o lettori fissi.
Un modo come un simpatico per tener viva l'attenzione sul Blog e gratificare le amiche vecchie e nuove che apprezzano il tuo "lavoro" .

GIVEAWAY: vedi Candy (sono la stessa cosa, chiamata in due modi diversi)

P.I.F.  
quante di voi, come me, sono impazzite per capire cosa mai fosse un  P.I.F ?!
Girando tra i Blog, spesso ho letto scritte orgogliose che mi mandavano in depressione, facendomi sentire davvero inadeguata e anche pure un po' ignorante: "Anch'io partecipo al P.I.F. di....."
Finalmente l'ho scoperto e lo comunico a chi è sprovveduta come me.

PIF significa letteralmente  Pay it forward  (Un sogno per domani).ed è una sorta di giochino nel quale bisogna rispondere a delle domande ed invitare altre amiche a fare altrettanto e via dicendo, pubblicando il tutto sul proprio Blog. La finalità..... un mondo migliore anche se solo "virtualmente".

Questo, almeno, è quel che ho capito io.... se qualcuno vuole integrare o chiarire meglio, sarò lieta correggere, aggiungere o togliere quanto ho scritto.

Sono infinitamente grata a Serena, che mi ha inviato una mail nella quale ci viene in aiuto e ci chiarisce una volta per tutte questo benedetto PIF. Leggete le sue parole:


E’ un concetto per cui se io ho un debito con te tu mi chiedi di non ripagarlo a te ma ad una terza persona. Infatti in inglese restituire un debito si dice pay back (pagare indietro, letteralmente) mentre qui si dice pay forward, cioè pagare in avanti, quindi il concetto è quello di pagare anche se non ti devo niente J una cosa molto altruista! Sulla base di questo concetto sono nati questi giochi nei blog di persone creative che promettono di mandare un regalo fatto a mano ad una lettrice del blog pescata a caso, a patto che questa persona metta lo stesso gioco sul proprio blog e regali qualcosa di fatto a mano ad una lettrice scelta a caso. Ovviamente anche quest’altra persona avrà l’obbligo morale di regalare qualcosa di fatto a mano…e così via…in questo modo si segue il concetto di pay it forward perché io ti faccio un regalo e ti chiedo qualcosa in cambio ma non per me, ti chiedo di ripagare una terza persona che ancora non conosciamo J Si differenzia dal blog candy/giveaway perché in quest’ultimo si manda un regalo ad una lettrice e basta, senza chiedere nulla “in cambio”.
Un sogno per domani è il titolo di un film e non è la traduzione corretta, diciamo che il traduttore del film ha scelto di tradurre così il titolo forse basandosi sulla trama (che io non conosco) ma non esiste una traduzione corretta  in italiano di pay it forward. Mi viene in mente quella bella usanza napoletana di lasciare soldi in più al barista in modo che ci sia un caffè già pagato per la prossima persona, anche se non la si conosce J

Grazie Serena, da parte mia e delle mie lettrici!


CAT: la sigla significa "cucire a tappe". Di solito chi lancia un Cat decide poi se l'oggetto cucito sarà "merce" di scambio tra le partecipanti e o se seguirà una votazione per stabilire quale sia il migliore.

RISS: Vuol dire "Ricamare Insieme Senza Stress".
Si sceglie un ricamo (o un ufo che aspetta solo di essere completato) e poi a periodi stabiliti, ogni mese ognuna delle partecipanti pubblicherà gli aggiornamenti del suo lavoro.


Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...